Il sistema di stima si fonda sulla funzione di comparazione estimativa per la quale la differenza di prezzo tra due immobili è funzione delle differenze presentate dalle loro caratteristiche. Questa funzione può essere scritta come equazione relativa a ciascun confronto tra l’immobile oggetto di stima e i singoli immobili rilevati.
Nella stima del valore di mercato di un villino sono stati rilevati i dati immobiliari relativi ai villini A, B e C (tabella 8.2).

La risoluzione del sistema di stima può richiedere complesse operazioni che possono essere abbreviate con l’uso del calcolo automatico. A questo fine il sistema di equazioni si può presentare nella forma matriciale dove: la matrice è un aggregato di numeri disposti in righe orizzontali e colonne verticali, racchiuse di solito tra parentesi, e il vettore è una matrice di una riga o di una colonna.

Il sistema di equazioni è presentato in questa forma per permettere l’utilizzo di strumenti di calcolo informatico, come STIMATRIX PRO o LT.

Senza l’impiego di questi strumenti, la soluzione del sistema sarebbe onerosa.

In generale un sistema di stima è costituito da tante equazioni quanti sono gli immobili di confronto e il numero delle incognite è pari al numero delle caratteristiche immobiliari più uno. Il sistema ammette una soluzione quando il numero delle righe della matrice D è eguale al numero delle colonne e il determinante è non nullo.

L'esempio presentato con l'uso del software dimostra la facilità e la flessibilità d'uso dello stesso, in allegato il risultato di stampa dettagliato.

Prodotti correlati:
STIMATRIX® LT STIMATRIX® PRO Valutazione Immobiliare Standard | NUOVI METODI